CAF
CHI SIAMO

Tra i Centri di assistenza fiscale, che nel corso degli anni si sono confermati come strumento sempre più idoneo ad assicurare il corretto adempimento degli obblighi tributari da parte dei contribuenti, il Caf Coldiretti rappresenta una realtà importante in considerazione del continuo incremento delle dichiarazioni elaborate e della qualità dei servizi offerti. Il settore dell’assistenza fiscale ai contribuenti ha ricevuto una prima regolamentazione con l’articolo 78 della legge 30 dicembre 1991 n. 413 e il Caf Coldiretti è stato autorizzato all’esercizio dell’attività con Decreto del 31 marzo 1993, risultando iscritto nell’apposito Albo dei Caf Dipendenti al numero 00029.

Il Caf Coldiretti è stato costituito dalla Coldiretti per offrire ai contribuenti ulteriori servizi, avendo consolidato, nel corso degli anni, una valida esperienza nel campo dell’assistenza fiscale oltreché sindacale. Il Caf Coldiretti, in conformità a quanto previsto dalla vigente normativa garantisce il servizio di assistenza fiscale avvalendosi di società di servizi (identificate con il marchio Impresa Verde) costituite dalle Federazioni provinciali e regionali della Coldiretti, che, grazie alla loro capillare presenza in tutto il territorio nazionale, raggiungono i contribuenti nella maggior parte dei Comuni d’Italia, offrendo loro un servizio puntuale e garantendo assistenza qualificata nell’intero arco dell’anno avvalendosi di personale che, grazie ai continui aggiornamenti, ha acquisito un’importante esperienza in materia fiscale.

I NOSTRI SERVIZI
    1. Modello 730 : i lavoratori dipendenti, i pensionati e molte altre tipologie di contribuenti, tra cui i lavoratori a tempo determinato, coloro che percepiscono redditi di collaborazione coordinata e continuativa, i soci di cooperative, i lavoratori socialmente utili e il personale della scuola a tempo determinato e, da qualche anno, anche i soggetti senza un datore di lavoro possono fare la dichiarazione dei redditi con il modello 730, rivolgendosi ad una delle sedi del Caf Coldiretti. Il Modello 730 è facile da compilare e non richiede calcoli di alcun tipo; il contribuente, inoltre, non deve neppure preoccuparsi di inviare la dichiarazione all’Amministrazione Finanziaria. Questi adempimenti, infatti, vengono curati direttamente dal Caf Coldiretti. Il contribuente deve indicare i propri redditi, i familiari fiscalmente a carico, le spese deducibili e/o detraibili e gli eventuali acconti versati. Attraverso il modello 730 è possibile presentare la dichiarazione anche in forma congiunta se almeno uno dei due coniugi si trova nelle condizioni che consentono di utilizzare tale modello.
    2. UNICO : il modello unificato si rivolge a tutti i contribuenti obbligati a presentare almeno due delle seguenti dichiarazioni –Redditi – Irap – Iva, come ad esempio gli esercenti arti e professioni o le imprese. Nel caso, però, di partecipazione in società, redditi esteri o di decesso (in questo caso saranno gli eredi a presentare la dichiarazione per il deceduto), anche i lavoratori dipendenti e i pensionati sono tenuti alla compilazione del modello Unico.
    3. Modello RED – dichiarazione reddituale dei pensionati: il modello RED è una dichiarazione che deve essere presentata dai pensionati che usufruiscono di alcune prestazioni collegate al reddito in modo da consentire all’Inps e agli altri istituti previdenziali (INPDAP, IPOST) la verifica del diritto del pensionato ad usufruire di tali prestazioni. Tra le prestazioni che prevedono per la loro erogazione il rispetto di determinati limiti reddituali rientrano le integrazioni al trattamento minimo, le maggiorazioni sociali sulle pensioni, le prestazioni per invalidità civile, la quattordicesima, ecc.. La verifica della situazione reddituale dei pensionati, che usufruiscono di prestazioni la cui misura e il cui diritto è legato al reddito, è annuale.
    4. ICEF: “l’Indicatore della Condizione Economica Familiare” è una raccolta di dati riferiti al reddito, al patrimonio e alla composizione anagrafica familiare che ne consente la determinazione della situazione economica e quindi la possibilità di accesso ad agevolazioni pubbliche.
    5. DURP (solo in provincia di Bolzano) : la “Dichiarazione Unificata di Reddito e Patrimonio” è una dichiarazione della situazione economica, che il cittadino deve presentare per accedere ad alcune prestazioni economiche o agevolazioni tariffarie nel settore sociale e sanitario. Con l’introduzione della DURP i vari criteri di valutazione del reddito e del patrimonio, prima differenti per ogni servizio, sono stati unificati; è quindi sufficiente una sola dichiarazione annuale, che i diversi settori utilizzeranno per le richieste di prestazioni ricevute dal cittadino stesso. La DURP ha, infatti, l’obiettivo di garantire la maggior equità possibile nell’assegnazione delle prestazioni pubbliche.
    6. IMIS: ”Imposta Immobiliare Semplice” è un’imposta destinata a possessori di immobili o a titolari di diritti reali di usufrutto, uso, abitazione, superficie, enfiteusi e di leasing

Copyright © 2018 Made by Commfabrik Srl. Theme design by Ancora Themes. All rights reserved.

Iscriviti ai corsi di formazione

Clicca qui e scopri il corso che fa per te.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione, per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso e per facilitare la condivisione di informazioni. Per ulteriori informazioni puoi consultare la nostra Informativa, cliccando su "Leggi l'informativa sui Cookie", dove abbiamo indicato come revocare o modificare il consenso all'uso dei vari cookie. Se prosegui nella navigazione o fai clic su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie di terze parti . Leggi l'informativa sui Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi